Categorie
Senza categoria

Cronache dall’akasha – I tarocchi del cammino – settimana dal 7 al 13 ottobre

Il senso di vuoto che stiamo sentendo da qualche giorno, sfocerà nella percezione cosciente di una grande forza accumulata che ci spingerà ad approfondire temi che riguardano la sfera femminile

Questo in breve quello che i tarocchi ci suggeriscono possa accadere nel corso di questa settimana, provo ad approfondire un poco i concetti. Il cinque di bastoni per esempio preannuncia qualcosa di nuovo dalla manifestazione del vuoto, il cinque è sempre un numero che si riorganizza e che propone anche se in modo semplice, la visione della prossima mossa. la volontà è un movimento, il movimento ha alla base un momento di vuoto.

Quando questa volontà e movimento si manifesteranno dentro di noi, ci renderanno coscienti di un accumulo di energie che devono essere spese, il fante di bastoni, si presenta manifestando con onesta semplicità e leggerezza la potenza del suo seme, si propone ancora in movimento, perché è cosciente che nulla può essere destinato alla fissità in questo mondo. Questo deve suggerirci che avere un ideale e un programma per questa settimana sarebbe un modo intelligente, per indirizzare coscientemente la propria vitalità ed energia.

Dove questa energia è vitalità potrebbero essere spesi con sicurezza? Le carte attraverso la papessa ci indicano che tale energia va sicuramente indirizzata a rafforzare l’intuizione, a guardare la nostra ombra con serenità e senza paura, perchè attraverso lo sguardo siamo portatori di luce e le ombre investite dalla luce, vengono integrate nel sistema.

Meditazioni consigliate dal Kundalini Yoga del Maestro Yogi Bhajan

LA936 980609 FOUR STROKE BREATH TO BUILD INTUITION
MEDITATION https://www.libraryofteachings.com/lecture.xqy?q=libraryCode:%22LA-0936%22&id=00197609-3d5d-16e5-1437-35eaf57c67f3&title=Los-Angeles-Lecture

Buona settimana a tutti

Ziggy Mahan Priti

Categorie
Senza categoria

Cronache dall’Akasha – i tarocchi del cammino – settimana dal 30 settembre al 6 ottobre 2019 –

Questo è un periodo in cui molte cose di particolare importanza accadono a livello spirituale, ma la nostra attenzione, non è all’altezza di una percezione completa. Quasi come se l’Universo ci preservasse da prese di coscienza troppo totalizzanti, facendo in modo che questi movimenti di energia non ci investano con la loro potenza, perché diversamente ci stordirebbero.

In questi primi giorni della settimana dovremmo percepire una spinta verso nuove esperienze, coraggio e una forte volontà realizzativa, dovrebbero essere assecondate, abbiamo l’energia e la spinta verso nuove avventure e nuovi progetti, l’entusiasmo non mancherà, e la comunicazione, se pure si manterrà sulle emozioni, proporrà nuovi scenari e nuove condivisioni, anche con vecchie conoscenze. Il piano mentale sarà soddisfatto da una tranquillità che si basa su una visione calma e determinata del futuro.

Questa buona premessa dei primi giorni dovrebbe darci la forza per affrontare a metà settimana, una questione che avevamo rimandato e che riguarda le nostre relazioni, che hanno la necessita di essere chiarite, siamo invitati a mantenerci integri e imparziali. Manteniamoci legati alla disciplina, ricordiamoci il valore degli opposti.

Il fine settimana si manifesterà con una solidità e un coraggio che proverrà dal nostro attaccamento alla madre terra e ad un ritrovato equilibrio delle polarità maschili e femminili, alcune istanze di rinnovamento potranno essere soddisfatte, grazie alle nostre capacità di affrontare le situazioni di petto.

Meditazione consigliata del Kundalini Yoga del Maestro Yogi Bhajan : Meditation on the divine law

Siamo tutti invitati a meditare tranquillamente, e a non farci prendere dalla smania di giudizio, questa qualità non ci appartiene.

Buona Settimana

Ziggy Mahan Priti

Categorie
Senza categoria

Cronache dall’Akasha – i tarocchi del cammino – settimana dal 23 al 29 settembre –

Come un racconto i tarocchi si dispiegano da una settimana all’altra fornendo un disegno ritmato con rimandi tra il passato recente e il futuro prossimo, con il continuo invito a focalizzarsi sul momento presente.

Questi tarocchi del cammino, scelti con l’intenzione, di chiarire quali sono le sfide che ci solleciteranno nella prossima settimana e a quali sensazioni dobbiamo dare particolarmente ascolto, ci indicano un percorso che sta andando verso una conclusione ed un nuovo inizio.

provo a spiegarmi più dettagliatamente: in questi primi giorni della settimana, abbiamo nelle mani e nell’animo qualcosa che si manifesta più concretamente, sentiamo una forza psichica maggiore, una capacità di esercitare un certo controllo sugli elementi, gli avvenimenti sono fluidi, in una cornice di stabilità. Il primo invito è quello di esprimere generosità, come energia circolante.

A metà settimana sentiremo un cambiamento spirituale “definitivo” si manifesteranno quindi, delle rotture con abitudini antiche, atteggiamenti ai quali abbiamo detto addio da molto tempo ci lasceranno definitivamente. Avremo una visione più dettagliata delle nostre reali convinzioni spirituali o religiose.

Questo rimanda inevitabilmente ad un nuovo inizio, al quale dobbiamo andare incontro alla fine di questa settimana, con ingenuità e forza d’animo, come bambini, dobbiamo essere pronti a scalare la prossima montagna, con leggerezza e anche direi, incoscienza, che ci permetterà di non spaventarci, per quello che chiediamo all’infinito e per quello che ci viene concesso, sempre.

Meditazioni consigliate del Kundalini Yoga del Maestro Yogi Bhajan : https://www.libraryofteachings.com/lecture.xqy?q=libraryCode:%22LA-571%22&id=45c3b0ce-a004-3724-5f22-039380d3baf7&title=Los-Angeles-Lecture

Buona settimana a tutti, nulla finisce ed inizia, tutto è continua intersecazione ed espansione

Ziggy Mahan Priti

Categorie
Senza categoria

Cronache dall’Akasha – i tarocchi del cammino – settimana dal 16 al 22 settembre 2019 –

Questa settimana tutto si manifesta come abbastanza stabile e regolare, ma dentro di noi, sta nascendo una esigenza di sovvertimento, che scardini, quelle sensazioni seppur piacevoli e comode, per proiettarsi in questioni nuove in ricerche diverse, e in necessità che non appartengono più al consolidato vecchio schema.

Anche il livello di stress, che sembra sotto controllo, cova dentro le sue acque una esigenza di sommovimento, una corrente che proviene da uno strato molto profondo del nostro essere. Gli stati depressivi sono in agguato, e bisogna stare sul pezzo, cioè, pronti al risveglio per non navigare nel nulla per troppo tempo.

Questa settimana bisogna lavorare ancora molto con i chakra inferiori in particolare con il primo, ancora, le carte dei tarocchi, danno la prevalenza alla manifestazione dell’elemento terra, che si fa sempre più evidente e concreto. la terra, non lascerà insoddisfatte alcune pressioni.

Ricordi dell’infanzia e frustrazioni, possono manifestarsi in questa settimana. Sembra che le unioni non progrediscono anche se sentiamo la necessità di esprimere amore, non ci riusciamo, è come se ci mancassero dei dati per farlo, non sapremo bene come esternarlo.

Se ci impegniamo a lavorare su questi aspetti su queste sensazioni tipo, “tira a campare” svaniranno per lasciarci un nuovo equilibrio a fine settimana, come un accordo tra conscio e inconscio.

Le meditazioni di Kundalini Yoga del Maestro Yogi Bhajan che consiglio questa settimana sono :

WORKING ON THE LOWER SPINE
24 aprile 1985 a questo indirizzo
https://www.libraryofteachings.com/kriya.xqy?q=&id=6b526866-e425-e0d1-f67c-9abf6b51b95&name=Working-on-the-Lower-Spine

Balance Akasha, Water and fire LA316 https://www.libraryofteachings.com/lecture.xqy?q=libraryCode:%22LA-316%22&id=ff71ee23-dfe9-0ff1-1e7f-48ff88737247&title=Los-Angeles-Lecture

Buona settimana, stai nel flusso e accetta

Ziggy Mahan Priti

Categorie
Senza categoria

Cronache dell’akasha – I tarocchi del cammino – settimana dal 9 al 15 settembre 2019 –

Cosa c’è di più semplice che pensare che tutto sia unito , che tutto abbia un filo logico ed un perchè, la difficoltà nasce quando a questo concetto, vogliamo dare delle parole intellettualmente indirizzate, per spiegarne i contorni…. tutto è uno, e questo dovrebbe bastarci a vivere pienamente, ma noi come esseri umani abbiamo la tendenza a darci una spiegazione, prima di fare esperienza delle cose, ed in questo modo ci sostituiamo a Dio e dimentichiamo che il messaggio sta ancora avvenendo, e noi invece di ascoltare siamo già intenti a farne un discorso.

I tarocchi ci dicono, che la vita è un corridoio di luce, su un pianeta incredibilmente ricco, che ci fornisce, semplicemente tutto quello di cui abbiamo bisogno, cosa e quale è il nostro compito? avere la capacità di godere di questi doni e di condividerli. Quali sono le doti le qualità che dobbiamo coltivare manifestare. come la Papessa dovremmo essere sulla porta del nostro tempio interiore, con l’anima attenta, con le capacità passive della forza della Luna che fa esperienza e vede grazie all’intuito, senza cercare conferme, perchè il cammino sono le esperienze intime che facciamo, e sono semplici, dirette, la conoscenza è figlia dell’intuito e non del ragionamento, lì la conoscenza si è già persa nell’ego, nell’affermazione, della nostra esistenza, che in realtà è un dato di fatto, e diventa una realtà manifesta, quando non è studiato, truccato imposto.

Se ti attardi a dire, l’istinto si perde e non vive e non si manifesta, l’8 di bastoni, ci lascia un messaggio molto positivo, aumenteranno le nostre capacità creative, avranno frutto tutte quelle azioni, rivolte al rinnovamento, alla soluzione di problemi familiari, ci invita alla vita campestre, e all’abbandono di vecchie abitudini.

Meditazioni consigliate del Kundalini Yoga del nostro Maestro Yogi Bhajan :

Buona settimana ricca di atti generosi e semplici

Ziggy Mahan Priti Dust

Categorie
Senza categoria

Cronache dell’akasha -I tarocchi del cammino – settimana dal 2 all’8 settembre 2019

La prima settimana del mese di settembre si presenta, con un messaggio chiaro che si manifesta dentro le nostre coscienze – una chiamata forte verso il divino e la nostra personale manifestazione, di questa spinta. Siamo tutti chiamati ad esprimere, quello che realmente abbiamo dentro il nostro cuore. l’incitamento può essere anche aggressivo, è un risveglio è un’imperante comando, ascoltarlo è l’unica via possibile, per mantenere una stabilità, le paure devono essere domate.

Non siamo chiamati per imitare qualcosa o qualcuno, non c’è imitazione possibile, persino i nostri guru maestri e insegnanti, non vanno imitati, l’insegnamento di questa settimana è una vera messa in gioco, per fare questo l’azione deve precedere il ragionamento intellettuale. Come Krisna dice ad Arjiuna sul campo di battaglia di Kuruksetra, l’azione l’atto di agire senza disdegnare ma neanche desiderare i frutti delle proprie azioni, è il sentiero più elevato per collegarsi all’infinito.

L’azione è parte integrante della devozione, la devozione è un sentimento una sensazione, che gli esseri umani mantengono dentro il proprio sè, da millenni, riscoprire e arricchire questa pratica, e attraverso essa riscoprire riconoscere le nostre tendenze, la nostra unicità, e l’unità di tutte le cose.

Come fare? è presto detto in questa settimana i tarocchi ci invitano a sublimare gli istinti, o per dirla in altre parole prima di soddisfarli, bisogna guardarli con distacco, vedere la loro essenza vedere dove si manifestano, in che modo ci coinvolgono e ci pervadono. e così che si scopre che essi appartengono ad una famiglia di sensazioni più ampia che davvero può essere rigenerante, perfettamente percepiti, essi ci conducono all’azione disinteressata.

in questa settimana la madre terra sarà ancora violata, l’invito è alla preghiera e alla meditazione attiva.

Meditazioni consigliate dal Kundalini Yoga come insegnato da Yogi Bhajan :

Open up the pineal and try to bring it, the pituitary, whether it affects your navel point, to balance of secure being LA535

a questo indirizzo sulla “The Yogi Bhajan Library of Teachings https://www.libraryofteachings.com/lecture.xqy?id=e766b754-9fbb-3dba-24fd-59ed59276e8f


Vi auguro una bellissima settimana piena di delicati piaceri dell’anima

Ziggy Mahan Priti Dust

Categorie
Senza categoria

Cronache dell’akasha – I tarocchi del cammino – settimana dal 26 agosto al 1° settembre

l’energia dell’intelletto deve essere convertita, l’indecisione della vita filosofica, ci mette nella condizione di essere o non essere, c’è sempre una sospensione di fondo. Le parole vanno convertite in azione, il pensiero, fine a se stesso può essere nocivo

La ricercata sensazione di pienezza e collegamento con l’universo, può essere raggiunta da un lavoro profondo sull’ intuizione, che in questa settimana può dare buoni frutti, alcuni progetti che si trascinavano, sono in dirittura di arrivo e di manifestazione, la fucina alchemica interiore, ci può regalare in questi giorni, bei momenti di profondità e verità.

In questi giorni bisogna impegnarsi a portare la pace, nelle azioni e nei pensieri, vi è inoltre un invito chiarissimo alla gestione della rabbia.

Ripulirsi e riorganizzarsi, può essere una buona idea, ma i tarocchi ci invitano a cominciare qualsiasi nuovo progetto partendo dal cuore e non dalla testa, prendersi dei rischi e scoprire che c’è un universo in attesa di un nostro sguardo.

Una settimana in cui si cominciamo alcune cose con incertezze, e altre si concludono positivamente, il tutto in un sottofondo di dubbio fastidioso.

le meditazioni che consiglio del Kundalini Yoga come insegnato da Yogi Bhajan sono : LA 112

https://www.libraryofteachings.com/lecture.xqy?q=libraryCode:%22LA-112%22&id=7ded2e26-0e3a-34a4-6524-8cf8f674f21b&title=Los-Angeles-Lecture

questo il mudra

e la NM080

Buona Settimana

Ziggy Mahan Priti K.

Categorie
Senza categoria

Cronache dell’akasha – i tarocchi del cammino – settimana dal 19 al 25 agosto

I tarocchi di questa settimana hanno un leitmotiv chiamata e unione di maschile e femminile

Come possedere la grazia e la forza della regina di denari? completamente votata alla energia della terra, questa carta ci parla di una energia femminile immanente, che ci suggerisce, di riappropriarci della nostra fluidità.

L’obiettivo che ci stiamo prefiggendo in questo momento non ha connotazioni e non deve averne, deve essere raggiunto, al quale non vanno attaccate valutazioni di alcun genere, spingersi avanti con coraggio, con la certezza che il benessere già ci appartiene.

In questa lettura il giudizio ci parla di una rinnovata lucidità del mentale di una condizione in cui i nostri desideri vengono esauditi; è un’invito dell’universo all’apertura, alla necessità di battere sentieri nuovi, all’ascolto interiore, smettere di fingere con se stessi, di riappropriarci della meraviglia di riconoscere e partecipare alla sincronicità dell’universo.

il sette di coppe ci parla di una forte sensazione di energia che dalla terra si spinge verso il cielo e della necessità di esprimere creatività, in piccoli progetti o avventure, le idee entrano nel mondo e possono creare prosperità. Il potere della bontà ci fa rallegrare della esistenza dell’altro.

Attenzione all’avarizia, alla sensazione di non essere stati voluti dai genitori (siete stati voluti dall’Universo), e alla tendenza compulsiva di aiutare chi non ci ha chiesto aiuto

Meditazioni consigliate del Kundalini Yoga di Yogi Bhajan :

Work on Shashara, Balance Earth and Heavens che trovate a questo indirizzo :

https://www.libraryofteachings.com/lecture.xqy?q=1997%20sort:relevance&id=a19d0a66-9851-350e-e917-dc7d2a9d68f6&title=Meditation-Course—Work-on-Shashara,-Balance-Earth-and-Heavens

e Accept yourself con Gurudev Singh, a questo indirizzo :

https://livestream.com/gurudev/events/5087015/videos/118014524

Buona settimana a tutti

Ziggy Mahan Priti Kaur

Categorie
Senza categoria

Cronache dell’akasha – I tarocchi del cammino – settimana dal 12 al 18 agosto 2019

I tarocchi per questa settimana ci parlano di una sensazione che si manifesta con la necessità di circondarsi con qualcosa che appartiene alla madre terra, ci sono persone che comprano delle piante, altre che sulle spiagge conservano dei sacchetti di sabbia, altri che si inventano rituali con fiori e foglie; la traduzione potrebbe essere: sentiamo che l’universo si rispecchia dentro di noi ed intorno a noi, e allo stesso tempo sentiamo che per esprimere questa spiritualità bisogna partire, da qualcosa di solido di materiale, un sasso, un fiore, un albero. Qualcosa che possiamo riconoscere al quale potere attribuire un valore. Si tratta probabilmente della necessità dello specchio, guardare la nostra essenza attraverso un’oggetto.

Un’altra cattiva abitudine si è resa palese, abbiamo intuito più concretamente che non possiamo essere il riflesso di noi stessi, non possiamo essere quello che gli altri pensano che noi siamo, quella discrepanza che si è manifestata nei giorni scorsi, sta prendendo un nome e dei lineamenti, seguite quella traccia intima, che ci ricongiunge inevitabilmente alla terra all’origine, stiamo uscendo da una fase introspettiva, ma questa fase di espansione, ci consiglia il radicamento, la positività, e il coraggio di sperimentare.

I rapporti all’interno delle famiglie sono quelli che vanno sanati, prima di tutti gli altri, il tempo è favorevole, e la flessibilità e il compromesso, possono essere buone alleate in questo momento, chiudete una buona volta con i cicli, uscite dal coro e siate “furbi come un serpente e semplici come una colomba”, se c’è un muro insormontabile, costruite un fossato intorno.

Le meditazioni che consiglio dal Kundalini Yoga del Maestro Yogi Bhajan sono :

  • lavorare sulla creatività – lavorare sul radicamento – bilanciare elemento fuoco

Buona settimana a tutti

Ziggy Mahan Priti Kaur

Categorie
Senza categoria

Cronache dell’akasha – I tarocchi del cammino – settimana dal 5 all’11 agosto 2019

Questa settimana i tarocchi ci parlano molto dell’elemento terra, nei suoi aspetti negativi e positivi.

Anche se le cose a prima vista appaiono favorevoli, abbiamo come la sensazione, che le stesse non vanno troppo movimentate, le scelte da compiere devono essere limitate al massimo.

Le carte ci sollecitano fortemente ad una stabilità di vedute sia in campo materiale che spirituale. non sono ammessi tentennamenti, e il suggerimento principale e quello di trasformarsi in uno spettatore pronto all’azione, ma anche in un giocatore, che sa quando deve passare.

C’è in molti un forte contrasto per esempio tra passato e futuro, che fa emergere uno stato d’animo confuso, il genere umano riconosce al pensiero un potere troppo forte, i pensieri devono attraversarci, ma non dobbiamo costruire su quelli che più ci colpiscono dei castelli con fondamenta profondissime. persino le sensazioni possono essere ambivalenti e per questo motivo è preferibile non contrattare con se stessi, e fare in modo che tutto scorra.

C’è inoltre come la necessità di aspettare qualcuno che “conta” qualcuno che ha il potere per cambiare l’attuale andazzo, e inutile dire che quel qualcuno siamo ciascuno di noi.

una ultima analisi, mi viene da fare e proporre, la nostra terra chiama aiuto, rendiamoci responsabili per ciascun atto che compiamo.

Equilibria spirito e materia: dove pende la bandiera?

Meditazioni consigliate dal kundalini Yoga di Yogi Bhajan : liberare l’inconscio – pranayama

Buona settimana a tutti

Ziggy Mahan Priti Kaur